Share

Scrutatori elettorali senza sorteggio

Bocciata la proposta dell’opposizione

Durante l’ultima seduta del consiglio comunale di Melfi si è discusso anche della possibilità di eleggere con il metodo del sorteggio i due terzi degli scrutatori elettorali. La proposta, bocciata, e’ venuta dalla minoranza che ha legittimato tale richiesta all’insegna della massima trasparenza possibile. Proposta rispedita al mittente dalla maggioranza di centro sinistra che attraverso le parole del sindaco, Valvano giudica: “il sorteggio dei due terzi degli scrutatori un fatto provocatorio e inaccettabile” perché non consentito per legge e perché così facendo non si potrebbe dare possibilità ai disoccupati di poter racimolare un modesto rimborso utile per sopravvivere con dignità. Quello degli scrutatori e’ solo uno degli argomenti che ha allontanato ancor di più, ammesso che fosse ulteriormente possibile, maggioranza ed opposizione in seno al consiglio comunale di Melfi. Centro sinistra e entro destra, si aggiunga il Movimento Cinque stelle sembrano ancora in piena bagarre della campagna elettorale. Che sia un bene per la città ciò resta da verificare. Intanto in vista della prossima consultazione elettorale referendaria del 4 dicembre gli scrutatori saranno nominati con la procedura tradizionale.

Lascia un Commento