Comitati referendari a Melfi

Bisogno del M5S vota no; Basso del Pd invita a votare sì

Come in tutta Italia anche nella città di Melfi diventa sempre più intensa l’attività dei comitati referendari sorti per spiegare i motivi del sì oppure del no al referendum di revisione costituzione del prossimo quattro dicembre. Il Movimento cinque stelle, da sempre schierato per il no, tramite il consigliere comunale, Angela Bisogno spiega che questa riforma complica invece che semplificare il disposto costituzionale ed in particolare l’articolo 70 sul bicameralismo perfetto che vige in Italia. Di diverso avviso è Mauro Basso, iscritto del Partito Democartico e renziano della prima ora, che coordina l’attività del comitato “Basta un si”. Secondo il giovane esponente del Pd melfitano, se il si dovesse vincere si potrebbe finalmente avviare una stagione di riforme utili al Paese. All’elettore ora andrà il compito di valutare le due posizione per scegliere la migliore nell’esclusivo interesse del Paese.