Crolla un abete in via Foggia

Nessun danno per le persone ma molta paura all’incrocio con via Leopardi

Solo alle 18 di giovedì 14 dicembre i vigili del fuoco, gli elettricisti e gli operai del comune hanno terminato di ripulire il disastro provocato dal crollo di un pino caduto in mattinata nel prato di via Foggia all’incrocio con via Giacomo Leopardi. Il gigantesco pino è stato divelto dalla furia del vento che per tutta la giornata di giovedì ha imperversato nella zona del melfese. In via Foggia, anche per effetto di una particolare conformazione concava del sito in questione, tra la strada i palazzi e la vicinanza con l’area verde del Vulture, il vento crea dei vortici di aria davvero molto pericolosi. In effetti il pino nel crollare ha tranciato i cavi elettrici della linea comunale e solo per una fortunata coincidenza non ha investito i proprietari di cani che in quel prato sono soliti portare a passeggio i propri animali o di bambini che a volte giocano nell’erba mantenuta sempre ben pulita. All’incrocio di via Foggia con via Leopardi, inoltre, sono soliti sostare anche gli studenti in attesa dei pullman che li riportano a casa dopo la giornata di lezione nelle classi delle numerose scuole limitrofe. Per fortuna quando il pino è crollato le scuole erano in piena attività e sulla panchina nel prato non c’era nessuno. Se l’albero fosse caduto più tardi, le conseguenze sarebbero state ben più gravi che quelle verificatesi di un ripristino immediato nell’erogazione di energia elettrica e dei lievi disagi per il traffico di via Foggia. Come si suol dire: “tutto è bene ciò che finisce bene” ma la forza della natura, ancora una volta, ha dimostrato di non poter essere controllata dagli esseri umani. Mai!