Fca: cassa si, cassa no!

Revocata la cassa integrazione di Natale, confermata quella di gennaio 2018

La Fca ha revocato la cassa integrazione di Natale, perché ci sono nuovi ordinativi per i Suv, tuttavia ha già ufficializzato nuova Cigo a gennaio. Sarà una fine ed un principio di anno nuovo sull’ otto volante per le migliaia di lavoratori della zona industriale di San Nicola di Melfi cui era stata prima comunicata la cassa integrazione per la settimana di Natale, poi revocata da Fca per le richieste di Suv sul mercato. Non c’è tempo per gioire, però, tanto che a gennaio torneranno in Cigo sia gli operai impegnati sulla catena di montaggio della Grande Punto ormai a fine ciclo (dal 22 al 27 gennaio 2018); sia i colleghi dei Suv che si fermeranno nei week 13, 20 e 27 gennaio prossimi. Ormai le catene di montaggio dipendono sempre più direttamente dall’andamento dei mercati e nel caso di Fca soprattutto da quello americano dove il Suv vende ancora tanto. Per gli operai di San Nicola non resta che adeguarsi a questo continuo altelenarsi di situazioni più o meno vantaggiose. La cassa di Natale salta per un improvviso incremento degli ordinativi di autovetture col marchio italo statunitense. La Cigo di gennaio, prima solo ventilata, adesso è stata viceversa ufficializzata. Non resta che sperare in una ulteriore impennata degli ordinativi che eviterà l’alleggerimento della busta paga per i circa 10 mila operai di San Nicola di Melfi fin dal primo mese del nuovo anno. Speranze!