Don Severino D’Amico al Gasparrini

Il sacerdote ha parlato agli studenti del dramma vissuto dagli ebrei nei campi di concentramento

Il sacerdote della diocesi di Potenza, Severino D’Amico ha incontrato gli studenti dell’Istituto di istruzione superiore, Gasparrini – sezione alberghiero – per parlare dell’olocausto. Il prete ha trattato l’argomento in modo sicuramente inusuale discutendo di emigrazione, emarginazione, razzismo, derive contemporanee figlie di quell’aberrante periodo oscuro che vide morire milioni di ebrei nei campi di concentramento nazisti. Singolare e significativo è stato il fatto che a volere don Severino a scuola siano stati proprio gli studenti dell’istituto alberghiero a conferma dell’interesse reale nel voler affrontare un tema così delicato. La maturità dimostrata dagli aspiranti chef e direttori di sala della scuola di Melfi ha trovato conferma nel dibattito successivo e scaturito al termine dell’intervento di don Severino che ha saputo rispondere ad ogni domanda posta dai ragazzi. Per tante notizie che raccontano di studenti superficiali e poco attenti, la risposta dei ragazzi della scuola di Melfi è la migliore risposta possibile per tante generalizzazioni inutili.