Politiche 2018, vince il M5S anche a Melfi

Niente da fare per Pagliuca. Ferrieri al di sotto delle aspettative

Il Movimento 5 Stelle sbaraglia il campo, supera il 50% dei consensi e trionfa nelle urne per le elezioni politiche anche a Melfi. Questo il dato più significativo che si registra ad urne chiuse in una città dove Nicola Pagliuca con Forza Italia non va oltre il 26,7% dei consensi e perde l’occasione di essere eletto alla Camera dei Deputati. Deludente anche il risultato di Tiziana Ferrieri di Civica Poplare che, pur sapendo di non avere possibilità alcuna di elezione, non va oltre le 286 preferenze raccolte. Lo tsunami pentastellato ha travolto l’Italia, la Basilicata (il Movimento si aggiudica tutti e tre i seggi uninominali lucani disponibili) e la città di Melfi. Sebbene le elezioni politiche non trovino quasi mai riscontri diretti sul lavoro di una giunta municipale, anche il sindaco Livio Valvano si era impegnato in questa tornata elettroale ma soprattutto in qualità di segretario regionale del PSI. Ebbene Valvano ha portato in Basilicata “Insieme” sopra il dato nazionale raccolto dalla lista Italia Europa ma è troppo poco per essere soddisfatti. Nel panorama politico italiano siamo difronte ad una svolta epocale. In Basilicata la sonora sconfitta della famiglia Pittella e di tanti storici esponenti Pd e del centro sinistra più in generale apre nuovi scenari che saranno più comprensibili in occasione delle prossime elezioni per il rinnovo del consiglio di via Anzio. Non a caso il Movimento 5 Stelle ha già chiesto elezioni anticipate. Terremoto politico!