Il Movimento 5 Stelle su Monticchio

Gli attivisti penta stellati del Vulture denunciano i ritardi della Regione

Già da molti anni il Movimento 5 Stelle di Basilicata si impegna per far fronte al degrado di Monticchio. L’area, per trent’anni abbandonata a se stessa, ha dimostrato di poter essere un grande attrattore turistico. “Negli ultimi 4 anni – spiegano gli attivisti del Vulture penta stellati, Michele Giordano e Pasquale Grieco – i consiglieri regionali del M5S in accordo con i gruppi locali hanno cercato di puntare i riflettori su Monticchio con diverse interrogazioni e mozioni. Quando, ad esempio, nel 2016 si rischiava la chiusura del museo naturalistico, sito all’intero dell’abbazia di san Michele, i consiglieri regionali pentastellati hanno immediatamente presentato una mozione per impegnare la regione Basilicata a garantire risorse ed interventi per evitarne la chiusura e dal contempo valorizzarlo. Immediatamente dopo si è avviata una più ampia campagna di sensibilizzazione ai laghi che ha coinvolto molti attivisti e cittadini lucani a una serie di giornate di pulizia ai laghi per combattere lo stato di abbandono e degrado, oltre per fare arrivare un messaggio forte e chiaro all’indifferenza della politica. Iniziativa chiamata #Monticchiorinasce che verrà ripresa anche quest’anno. Vogliamo sottolineare che alla mozione presentata nella primavera 2017 la giunta regionale s’impegnava a far fronte alla pulizia del canale di collegamento ostruito tra il lago grande e il fiume Ofanto; allo stato di abbandono dell’intera area; alla delocalizzare delle strutture intorno al lago piccolo, già fatiscenti; a realizzare un percorso di facilitazione delle interlocuzioni tra gli enti locali e i portatori d’interesse dell’area; a reperire le risorse finanziarie e indispensabili. Impegno vano della Regione, considerando che da allora, non si è realizzato quanto prefissato. Al contempo vi è stato un costante aumento dei disagi, a testimonianza del totale disinteresse dell’attuale classe politica verso un territorio dalle enormi potenzialità occupazionali. Nel frattempo Monticchio chiede attenzione e risposte da oltre 30 anni. Gli attivisti del Vulture hanno avviato una petizione su Change.org attraverso la quale si chiede Dignità per i laghi di Monticchio e che ha già raggiunto oltre 3000 firme .