Pittella a Melfi

Il senatore Pd sul governo con i 5 Stelle

Il neo eletto senatore Gianni Pittella ha incontrato gli iscritti del Partito Democratico di Melfi presso il  circolo intitolato al compianto segretario lucano, Antonio Luongo. Sconfitto dallo tsunami del Movimento 5 Stelle lo scorso 4 marzo, Pittella è stato ripescato in un collegio campano ed oggi si ritrova senatore. A Melfi il fratello del governatore regionale di Basilicata ha spiegato che sarà opportuno ascoltare le proposte del Movimento 5 Stelle per poi valutare se sia o meno il caso di lavorare alla composizione di un nuovo governo. Sarà una eventuale collaborazione che non potrà prescindere da un cambio di rotta dei penta stellati sull’adesione incondizionata all’Unione europea, ad una rivisitazione e non al totale smembramento della legge Fornero, del Jobs act, e su nuove politiche per l’accoglienza dei richiedenti asilo. Infine Pittella è tornato su questioni locali e su una in particolare che ancora brucia sulla pelle dei melfitani. Pittella ha voluto spiegare ancora una volta che non si sente affatto colpevole per la soppressione del tribunale di Melfi nata sotto un governo di centrodestra e con ben altri responsabili politici. Infine la questione del punto nascita presso l’ospedale di Melfi che con mille sacrifici la Regione sta cercando di salvaguardare nel tentativo di raggiungere i numeri necessari di parti al San Giovanni di Dio che consentano il rispetto delle leggi in materia. Chiarimenti!