Il basket della Normanna

Prima dei campi estivi ancora partite per i cestisti gialloverdi

Quando nello sport come nella vita si lavora con serietà e passione i risultati arrivano sempre. È il caso della Normanna basket Melfi che ormai conta su quasi cento bambini iscritti. Tutti sono seguiti da tecnici federali, realmente formati e riconosciuti dalla Fip, che dedicano ai bambini grandi attenzioni e cure amorevoli per garantire loro divertimento e sport salutare. Adesso che finalmente la Federazione italiana Pallacanestro ha scelto di aprire anche ai centri minibasket i numeri del CONI ecco che il basket si conferma di gran lunga il secondo sport italiano per numero di tesserati. Il trend in crescita è lo stesso della Normanna che prima dei campi estivi, prossimi a partire, ha lavorato in inverno nelle palestre di Melfi con tutte le squadre affidate ognuna ad un allenatore federale. Dal minibasket passando per l’under 14 fino all’under 18, circa cento ragazzi si sono divertiti sui parquet di tutta la regione per una stagione intera. Non in concentramenti sporadici con ammasso di bambini per pseudo tornei o partite, ma gare di andata e ristorno, classifiche, arbitri federali, divertimento sano tra operatori qualificati. Così le famiglie hanno compreso lo sforzo della società di Gerardo Montanarella, infaticabile presidente, continuando ad iscrivere atleti ancora oggi. La Normanna lavora garantendo a tutti gli iscritti parità di trattamento. Un grande successo di presenze. L’ennesima gara del gruppo Aquilotti, nati nel 2009 2010 e 2011, tra Melfi e Invicta Potenza rappresenta il suggello di una stagione da incorniciare. Professionalità!