Cresima rinviata ed è polemica

Don Vincenzo D’Amato pretende la partecipazione alla Santa messa

Don Vincenzo D’Amato, parroco della chiesa di Santa Giann Beretta Molla, ha scelto di non dare la cresima a tre ragazzi che, pur frequentando sporadicamente il propedeutico anno di catechismo, non hanno mai partecipato alla celebrazione di una Santa messa. La decisone, assai impopolare, ha scatenato le ire delle famiglie che si sono immediatamente rivolte al vescovo, Ciro Fanelli cui è stato chiesto di fare chiarezza sulla vicenda. Don Vincenzo D’Amato non ha fatto una piega ed ha confermato la sua decisone motivandola con l’importanza di una sacramento che i ragazzi devono meritare. Probabilmente, ritiene il coraggioso e coerente parroco di Santa Gianna Beretta Molla, i ragazzi pensano soprattutto allla festa, il pranzo ed i regali tradizionale epilogo della cresima ma sono tutti valori che nulla hanno a che fare con la fede. Il noto prete di Melfi ha pure confermato che se i ragazzi rinviati volessero prendere parte attivamente alla vita della parrocchia saranno ben accetti e l’anno prossimo potranno regolarmente avere la cresima. Ora la parola passa al vescovo.