Il consiglio comunale di giugno

Come al solito finisce con Navazio contro Valvano

Nonostante il rinvio di alcuni punti all’ordine del giorno, su richiesta accettata della consigliera Angela Bisogno, non sono mancate le polemiche tra maggioranza ed opposizione nel corso del consiglio comunale di giugno. Ernesto Navazio ha attaccato la giunta per i ritardi nella presentazione del consuntivo finanziario. Al leader dell’opposizione non è piaciuta nemmeno la scelta di esternalizzare il servizio di asilo nido comunale. Secca la replica del sindaco, Livio Valvano secondo cui: “ l’asilo nido – spiega – sarà completamente esternalizzato, ampliando l’offerta fino a 61 posti, necessaria per coprire la domanda esistente che oggi il comune non è in grado di soddisfare. Il servizio continuerà ad essere pubblico, indirizzato, normato e controllato dal comune che selezionerà un appaltatore per gestire per conto del comune.
È un investimento importante per la città di melfi, finalizzato ad andare incontro alle necessità delle famiglie giovani che devono essere sostenute per rendere compatibile il lavoro con la famiglia.
Non è vero che la decisione è frettolosa, anzi; L’avevamo annunciata da molti mesi ed è contenuta nelle linee programmatiche approvate dal consiglio nel 2016.
Falsa e incommentabile l’accusa di voler favorire qualcuno; la localizzazione in area Bicocca – incomprensibilmente contrastata dall’opposizione – è una scelta politica legittima è utile per dotare di servizi adeguati un’area dove oggi sono insediati quasi 4.000 abitanti.