Il comitato Diritto alla salute sul Tar

Sentenza che delude ma non sorprende Danilo Carbone

Il Tribunale amministrativo regionale ha condannato la regione Basilicata al risarcimento di circa due milioni di euro per il blocco che da via Anzio si intimo’ a Fenice, oggi Rendina Ambiente, dopo il fumo di colore rossastro che a fine 2014 fiorisci da uno dei forni del termo distruttore di San Nicola di Melfi. Per il comitato Diritto alla Salute il responsabile è solo uno, ovverosia la regione Basilicata che – spiega Danilo Carbone – o si è dotata di legali scadenti oppure sono condizionati nel preparare ricorsi perdenti. Non ha mezze misure il rappresentante del Comitato lucano presieduto da Abbiuso e che ha in Carbone un validissimo collaboratore. La regione Basilicata dovrà risarcire Fenice dunque. Al danno la beffa per un risarcimento che ricadrà sulla comunità.