Adesso bisogna mantenere il nuovo reparto

Gli esempi di Silvana e Antonella siano un insegnamento per tutti

Per evitare chiusure inopinate del nuovo reparto di ginecologia ed ostetricia, appena inaugurato a Melfi, adesso sarà necessario mantenere un profilo serio e costruttivo. Lo facciano i politici, i dirigentii sanitari, i medici e le infermiere. Il territorio del nord di Basilicata dovrà comprendere che presso il San Giovanni di Dio esiste una struttura per i parti di assoluta avanguardia. Per una volta, magari, si potrebbe sperare in una migrazione sanitaria al contrario ed i primi ricoveri nelle sale del San Giovanni di Dio vanno proprio in questa direzione. Silvana Mastrullo dalla provincia di Salerno ed Antonella Gauteri da Calitri, a Melfi hanno trovato una eccellenza sanitaria indiscussa. Bisognerà raggiungere 500 parti in un anno per non avere problemi di nessun genere. Occorre per raggiungere questo risultato un atteggiamento responsabile da parte di tutti. Fiducia e positività!