L’opposizione abbandona l’aula

Polemiche in consiglio tra centro sinistra e centro destra

I consiglieri comunali di opposizione, Ernesto Navazio, Vincenzo Castaldi e Michele Fontana hanno abbandonato l’aula Nitti Bove durante i lavori del consiglio comunale del 26 luglio. Tutto è partito dalla scelta di posticipare agli ultimi due punti dell’ordine del giorno le discussioni legate al dimensionamento scolastico (il caso liceo a Lavello) e del riordino del sistema sanitario regionale (inaugurazione punto nascita). Si tratta di due temi molto importanti per la minoranza che chiedeva maggiore considerazione. Da lì si è scatenata una polemica legata alla presunta mancanza del rispetto delle regole che il leader dell’opposizione Ernesto Navazio ha imputato al presidente, Luigi Simonetti ed al sindaco, Livio Valvano. Tra gli altri punti all’ordine del giorno che la maggioranza ha invece approvato, c’era l’assestamento del bilancio 2018, il piano del diritto allo studio, la carta dei diritti della bambina che su proposta della locale sezione della Fidapa mira al contrasto della violenza, l’educazione, la parità di genere. Per l’opposizione, infine, ha scelto di rimanere in aula fino al termine del consiglio comunale l’esponente del M5S, Angela Bisogno