E’ scoppiata così, in modo involontario, autonomo ed ha coinvolto tutta Italia. In periodo di quarantena forzata, la gente si ritrova sui balconi e dà il via libera ad interpretazioni artistiche, bellissime, struggenti, commoventi. Da Bolzano a Trapani, da Cuneo a Santa Maria di Leuca, l’Italia è unita più che mai. Una voce unica che pervade lo Stivale e fornisce l’immagine di una Nazione fiera e combattiva nella sua Resistenza nel contesto di un periodo difficile e delicato. Melfi non fa eccezione. Sui balconi si stendono lenzuola con l’ormai famosa frase beneaugurante: ” TUTTO ANDRA’ BENE”. Si canta l’inno di Mameli. Ci si abbraccia idealmente per farsi forza e darsi coraggio. Il cammino è lungo ma gli italiani sono un popolo tosto che nelle difficoltà fa emergere le sue capacità. Ed allora prendiamo in prestito una delle frasi simbolo di uno dei più grandi campioni dello Sport di tutti i tempi. Mohamed ALI : ” SE LA MIA MENTE PUO’ CONCEPIRLO E IL MIO CUORE PUO’ CREDERLO, ALLORA IO POSSO COMPIERLO”