Un bel gesto non c’è che dire. I fratelli Rabasco, Claudio, Orlando e Dario, capaci imprenditori di Barile, proprietari dell’azienda Cementeria Costantinopoli, hanno deciso di non far mancare il loro apporto, nel contesto di un momento davvero delicato. 100.000 mila euro destinati all’acquisto di apparecchiature e presidi sanitari per affrontare le enormi problematiche correlate alla diffusione del coronavirus. ” Riteniamo doveroso, un serio obbligo morale, stare vicino alla nostra comunità in questo periodo difficile, sottolinea Claudio Rabasco, che è anche amministratore unico dell’azienda che dà lavoro ben a 500 dipendenti. E’ un momento duro per tutti. Abbiamo deciso di contribuire con il nostro apporto, nella speranza di poter aiutare e facilitare il lavoro enorme che stanno compiendo tutti quelli impegnati in prima linea in questa battaglia”. Un gesto di vicinanza e di solidarietà che non poteva non essere rimarcato doverosamente. Complimenti alla famiglia Rabasco.