Il consiglio comunale di Melfi ha approvato il bilancio 2020-2022. Un atto importante da parte della maggioranza di centro sinistra che ha mostrato ancora una volta compattezza ed unità di intenti, come non manca di rimarcare il capogruppo Psi, l’avvocato Rinaldo Di Ciommo. ” Questa maggioranza con solerzia e tempestività, lavora per dare risposte concrete e tangibili alle collettività, ovviamente preoccupata dal periodo che stiamo attraversando. Abbiamo messo in campo iniziative serie che rispondono alle esigenze primarie delle fasce più deboli, quelle che abbiamo il dovere di aiutare in primis. Ma non soltanto. Stiamo alacremente e proficuamente lavorando per raggiungere gli obiettivi programmatici e strategici che ci siamo posti”. Bonus spesa, I.E.S. card, sostegni che riguarderanno una fetta consistente della collettività, ( il 10% delle famiglie melfitane sarà coinvolta ed interessata all’iniziativa), ma anche incentivi per avviare edilizia e terziario. Tutte operazioni che il sindaco Valvano ha illustrato nell’ambito del consiglio. Non sono mancate ovviamente le divergenze con le opposizioni, questa volta presenti in aula, ed a riguardo lo stesso Di Ciommo ci tiene a precisare. ” Sono francamente stupito dall’atteggiamento delle minoranze, specie di fronte a provvedimenti esemplari che quest’amministrazione ha assunto e che hanno trovato l’immediato riscontro della popolazione. La minoranza si è evidenziata nel portare avanti argomenti futili ed inconsistenti come quello di vole celebrare il consiglio in streaming o video conferenza, quando poi quasi 5 milioni di italiani si recano normalmente al lavoro ed in condizioni decisamente meno sicure di come si svolge il consiglio comunale di Melfi”. A tal riguardo da rimarcare l’avvenuto distanziamento, sia sui banchi dell’opposizione che di quelli della maggioranza, della presenza di mascherine e guanti, indossati da tutti i presenti in aula, e dell’uso di gel disinfettante