La pandemia non ha fermato l’attività didattica degli istituti scolastici. In particolare del Gasparrini di Melfi da sempre un istituto all’avanguardia, grazie alla bravura di tutto il personale, docenti e non e alla predisposizione degli alunni. Non ha conosciuto soste il progetto brillantemente portato avanti anche in questo periodo. ” C’è del marcio nello sport”, questo il tema affrontato dai ragazzi del quinto anno, indirizzo economico e tecnologico del Gasparrini. Un percorso interessante ed assai formativo che ha visto il coinvolgimento del magistrato Giovanni Tartaglia Polcini. Referente del progetto Antonio Campese. Un percorso improntato sulla valorizzazione della legalità e dei buoni propositi, nel contesto di un mondo come quello sportivo, purtroppo non esente da corruzioni e frodi. Il famoso magistrato ha voluto lanciare poi un messaggio di speranza e di augurio ai giovani ragazzi melfitani che a giorni affronteranno gli esami di stato. ” Lancio un forte in bocca al lupo a voi ragazzi confidando nella vostra intelligenza e nei vostri sani principi, affinchè il vostro futuro sia contrassegnato dalla legalità e dall’affermazione dei valori migliori”. I ragazzi del Gasparrini di Melfi presenteranno agli esami una tesina, frutto del lavoro compiuto con la supervisione del magistrato Tartaglia Polcini, evidenziando la bontà di un esperienza davvero unica e decisamente valida da un punto di vista didattico. E’ anche attraverso la condivisione di progetti come questo, che i ragazzi vengono ben invogliati e stimolati, sviluppando la loro capacità critica e lo spirito di valutazione.