Approvazione del rendiconto di gestione e via libera dell’assise melfitana anche alla riduzione dell’Imu sui capannoni artigiani delle Aree Pip, al regolamento Imu ed all’autorizzazione per i loculi interrati alla giusta sepoltura. Questi i punti all’ordine del giorno del Consiglio Comunale che si è svolto questa mattina nella Sala Consiliare Nitti- Bovet. Per il sindaco Livio Valvano “il 2019 è stato l’anno più difficile di questa esperienza amministrativa. E’ stato un anno particolarmente sofferente per l’apparato organizzativo del Comune colpito da imprevisti oltre che da numerosi pensionamenti. E’ stato sicuramente il punto più basso della macchina organizzativa del Comune ma sono stati fatti numerosi passi in avanti sui punti importanti del programma. Se da una parte alcune criticità sopravvenute nell’area tecnica hanno causato la temporanea sospensione e rallentamento di alcuni servizi ordinari – come la manutenzione del verde e pubblica illuminazione, criticità in via di superamento- sono stati compiuti passi in avanti in altri settori. La straordinaria conquista del Piano Colore e del Regolamento Urbanistico sono i pilastri su cui si giocherà la riqualificazione urbanistica dei prossimi anni. Il Campus scolastico, Rua Grande nel centro storico, la riqualificazione sismica e funzionale della Scuola Nitti e della Scuola Marottoli, il primo convegno internazionale del Millenario di Melfi, il progetto del Museo virtuale di Falconeria e soprattutto il protocollo di intesa grazie al quale si chiuderanno a breve i lavori di ripristino della facciata della Cattedrale di Melfi sono solo alcuni delle diverse azioni portate avanti in una condizione di massima debolezza, condizione che richiede un ringraziamento sentito ad ognuno dei dipendenti comunali”.

Tra i punti all’ordine del giorno il taglio dell’Imu del 20 per cento per i capannoni artigiani e per i locali commerciali del centro storico. Oltre agli artigiani e commercianti si aggiunge l’agevolazione per le abitazioni concesse in affitto la cui aliquota passa dal 4,6 per mille al 3 per mille se si utilizza il regime previsto dall’Accordo territoriale del canone calmierato promosso dal Comune di Melfi nell’anno 2015.

Ulteriormente appesantita l’agevolazione anche per le case affittate a chi si trasferisce a Melfi per motivi di lavoro dipendente o autonomo. L’aliquota Imu passa dal 4,6 al 3 per mille.

Per i loculi interrati, invece, autorizzate a spese del richiedente la realizzazione l’accesso diretto al singolo loculo con la creazione di una specifica struttura con botola.

Il sindaco Valvano durante il Consiglio ha annunciato una conferenza stampa aperta al pubblico e alla cittadinanza sulla materia del servizio cimiteriale che si terrà nei prossimi giorni. Un argomento sentito ed attenzionato, da tutta la collettività anche in virtù del fatto che solamente dal 2011 ( giunta Valvano), si è deciso di approntare una regolamentazione seria ed al passo con i tempi sulla questione Cimitero. Fino ad allora vigeva una regolamentazione, datata pensate un pò 1930. Da sottolineare che il punto sulla questione cimiteriale, è stato votato all’unanimità.