Si è concluso con successo il Centro Estivo del Comune di Melfi. Più inclusione, più condivisione, più attività laboratoriali per percorsi di crescita innovativi destinati ai giovani melfitani.

Nei giorni scorsi 50 bambini in festa per “Pronti, Partenza … via!”: un progetto con i riflettori puntati sui temi della sostenibilità, della cura dell’altro e del legame con il proprio territorio per rafforzare il senso di comunità.

Tante le attività. Dai laboratori creativi a quelli manuali e scientifici. Così parco “Federico II” (location dell’iniziativa) ha favorito un approccio che si rifà all’esperienza dell’“Asilo nel bosco” delle strutture educative del nord Europa. Una zona suddivisa in aree funzionali per le attività ludico-creative come giochi e attività sportive, punto lettura, giardino didattico e bike parking. Tra gli eventi del fine settimana “ Piccoli giardinieri”, il “ Mistero alla corte di Federico II” e dipingiamo la Città.

Creatività ed emozioni sono state sempre al centro dell’esperienza educativa diretta attuata anche attraverso il gioco.

Per il sindaco di Melfi, Livio Valvano “ il centro estivo del Comune di Melfi ha rappresentato un progetto ludico ricreativo dall’elevata valenza educativa per la nostra comunità. Un’opportunità preziosa per le nuove generazioni che ha permesso di cogliere in modo positivo il protagonismo e la creatività dei nostri ragazzi. Uno strumento che ha permesso di creare relazioni sinergiche anche tra le famiglie e gli esperti coinvolti. Un servizio che ha voluto rappresentare un sostegno ai genitori implementando le politiche di conciliazione vita-lavoro”.

Apprezzamenti giungono anche dalle famiglie che hanno usufruito del servizio.

“ Esperienza positiva che ha fatto vivere ai nostri bambini momenti fantastici – ha detto la signora Annamaria Montanarella, madre di una bambina di 7 anni e di un bambino di 10 anni che hanno partecipato al Centro Estivo – riprendendo dopo mesi le attività all’aperto in seguito all’emergenza Covid. Eccezionale anche l’attenzione e la disponibilità che gli animatori hanno quotidianamente offerto sia ai nostri figli sia alle famiglie”.

“Dopo l’esperienza di diversi anni nell’organizzazione di centri estivi e punti ludici in altri comuni del vulture – ha detto Filomena Petrone, responsabile della cooperativa Filo Continuo che ha gestito il Centro Estivo del Comune di Melfi – è stata per noi una bella sfida misurarsi a Melfi. Il nostro obiettivo è stato ridare l’opportunità ai bambini di vivere momenti di sport, creatività e formazione in sicurezza. Siamo felici di aver ricevuto tanti riscontri positivi ed essere stati sommersi dai messaggi d’affetto e gratitudine delle famiglie che ringraziamo”.