Un Melfi determinato e volenteroso batte il Latronico e bissa il successo del primo turno. Gara sofferta per i gialloverdi che hanno faticato non poco per avere ragione dei coriacei avversari. Marin, al secondo gol stagionale, bella la sua punizione a giro, e Di Tolve, i realizzatori federiciani. Tutte e tre le segnature nel secondo tempo. A punteggio pieno anche il Castelluccio che si impone di misura a Policoro. Il Ferrandina supera l’ambizioso Montescaglioso, mentre la Vultur non va oltre lo zero a zero a Marconia. Primi tre punti per il Ripacandida di Peppe De Stefano. Battuto uno a zero il Moliterno al san Donatello. Da sottolineare due aspetti. Da domani al valerio al via i lavori per il rifacimento del manto. Il Melfi sarà obbligato a girovagare nei campi limitrofi. A Rapolla per l’allenamento, a Venosa per le gare interne. Ci si augura una di campionato e quella di coppa Italia in calendario il prossimo 21 ottobre. Da rimarcare il ricordo che il club gialloverde ha voluto riservare al piccolo Arturo Valerio, figlio del dirigente Nino, e nipote del compianto Arturo a cui è dedicato lo stadio, ad un anno esatto dalla sua prematura e dolorosa scomparsa. La Sud gli ha voluto dedicare una cartata ed un mazzo di fiori, mentre la società ha depositato un omaggio floreale ed ha fatto lanciare simbolicamente dei palloncini bianchi, liberandoli in area al momento del fischio di inizio.