È stata sottoscritta con FCA la proroga dell’accordo del 9/4/2020 relativo alle linee guida per il
contrasto alla diffusione del covid-19 fino al 31/1/2021, con alcune le integrazioni rese necessarie
dall’aggravarsi del contesto generale dell’epidemia. In ogni caso le Parti si incontreranno entro la
fine del mese di gennaio 2021 per valutare ulteriori proroghe e azioni.
In aggiunta alle misure già in corso, viene previsto l’allargamento della attività di tracciamento, a
supporto e integrazione della vigilanza sanitaria definita dai protocolli pubblici, su tipologie di
contatto attualmente non coperte dai suddetti protocolli, attraverso l’utilizzo di Test Antigenici
Rapidi (TAR) su base volontaria, quali i contatti “non stretti”, nonché i casi sospetti interni (rilevati
in orario e sul luogo di lavoro) e i contatti dei casi sospetti esterni purché comprovati (rilevati al di
fuori del lavoro).
Inoltre, al fine di agevolare l’interazione dei lavoratori audiolesi sui luoghi di lavoro, è prevista
l’assegnazione di mascherine trasparenti ai loro responsabili. Per assicurare massima tutela sui
luoghi di lavoro al personale a rischio con specifiche fragilità, garantendo al contempo il rispetto
della loro privacy, è prevista anche l’assegnazione agli stessi di mascherine FFP2 su base
volontaria.
Infine viene prevista la possibilità di costituire bacheche virtuali e di tenere assemblee online per i
lavoratori in Smart working. Per le normali assemblee da svolgere in presenza invece queste
saranno realizzate attraverso soluzioni organizzative atte ad assicurare il rispetto delle condizioni
di sicurezza, da individuarsi a livello di singola unità produttiva, privilegiando lo svolgimento
dell’assemblea in adeguate aree all’aperto.