” Chiedo scusa per lo sfogo ma devo mettervi al corrente delle assurdità che stanno capitando, come quella che sta accadendo a Melfi. Dal 26 aprile scorso la ditta che gestisce il verde pubblico, ha deciso di sospendere il servizio. Siamo ritornati come l’anno scorso, con erba alta, i rifiuti sulle aree e sui parchi. Per fortuna generosamente i lavoratori socialmente utili si sono messi a disposizione. e si stanno sostituendo nell’opera di ritirare i rifiuti, ma la ditta che si è impuntata con l’ufficio tecnico ed è sorto un contenzioso, che speriamo di risolvere al più presto, ha ripeto sospeso il servizio. Sono giorni difficili, contraddistinti da amarezza e rabbia. Ho deciso di mettere al corrente la comunità di questa anomala situazione, che fa soffrire me ed immagino voi tutti. Attraverso il parco ogni giorno ed al pari di altre aree della città, noto questa situazione francamente insopportabile. Credo che nei prossimi giorni risolveremo la situazione, ma per il momento chiedo scusa per questo disagio”. Esce allo scoperto Valvano ed illustra ai cittadini melfitani questa situazione paradossale: “Purtroppo le procedure, i cavilli giuridici, le giuste regole che servono per garantire l’alternanza tra i fornitori, non sempre riescono a centrare l’obiettivo di migliorare il servizio. Dobbiamo avere pazienza, presto sarà ripristinato”