Un uomo di 30 anni è stato fermato dalla Polizia tedesca al suo arrivo alla frontiera come presunto responsabile dell’investimento di due bambini – di 13 e sei anni – avvenuto il 12 agosto scorso a Melfi. L’uomo era ubriaco e l’auto che stava guidando portava ancora “tracce ematiche e peluria riconducibili” all’investimento.

L’auto è stata posta sotto sequestro e l’uomo è stato fermato dalla Polizia. Il 12 agosto scorso, a Melfi, una bambina di 13 anni e il suo fratellino di sei furono investiti da un’auto mentre stavano attraversando la strada: l’uomo alla guida non si fermò a soccorrerli: Polizia e Carabinieri, attraverso le immagini di alcune telecamere di sorveglianza e la testimonianza di alcune persone, sono riuscite ad identificare l’uomo alla guida della vettura. Dei due bambini investiti, lei è ricoverata nell’ospedale di Melfi; il fratello è stato trasferito in elicottero nell’ospedale Santobono di Napoli, dove i medici si sono riservati la prognosi.