All’ultimo respiro con un gol del melfitano doc, Nico Maiorino, anche oggi uno dei migliori in campo, l’As Melfi batte il Rionero e raggiunge la finalissima di coppa Italia. Vittoria meritata per i gialloverdi. Nell’arco dei 180 minuti il Melfi è stato superiore alla Vultur per gioco e numero di occasioni create. Dopo l’uno a uno dell’andata, il match di ritorno disputato al Valerio, ha visto prevalere i federiciani per tre reti a due. Ha aperto le marcature un gol capolacvoro di Jawarà, poi uno svarione di Possidente consentiva ad un Vultur fino a quel momento sterile, di raggiungere il pareggio. Passavano però, pochi minuti e Suriano, come sempre decisivo, costringeva all’autogol un difensore rionerese. Nel finale si racchiudevano le emozioni più grandi. Finale davvero per cuori forti. Figliomeni, in zona Cesarini, rimettecva in parità il match, in virtù di un mirabile calcio di punizione. Il 2 a 2, qualificava gli ospiti, ma c’era ancora tempo. In pieno recupero infatti, arrivava il guizzo di Maiorino che portava il Melfi sul 3 a 2. Valerio letteralmente impazzito di gioia e Melfi che ritorna in finale a distanza di 4 anni. L’unico successo gialloverde nel 92, in occasione della prima edizione della Coppa. Ora, a distanza di praticamente 30 anni( con 25 anni in D ed in C, il digiuno è giustificabile..) la possibilità di bissare quel successo. Finale il 27 o il 28 dicembre contro l’Elettra Marconia. Da stabilòire la sede.