“Facendo seguito alle intese intercorse con Stellantis e agli incontri in sede ministeriale che vedono lo stabilimento di Melfi, con l’accordo del 25 giugno 2021, il primo stabilimento italiano con l’avvio di produzione di quattro vetture completamente elettriche, riteniamo altresì che ad oggi persiste un grande punto interrogativo sull’indotto di primo e secondo livello, e pertanto è auspicabile la convocazione urgente del tavolo dell’automotive per mettere in campo ogni azione utile affinché si arrivi alla tutela e alla salvaguardia di tutti i lavoratori del sito di San Nicola di Melfi”. Questa la nota sindacale, diffusa a mezzo stampa, in cui si chiede un confronto rapido, alla luce della situazione che coinvolge tanti lavoratori dell’area di san Nicola di Melfi.