Sport nella natura, da far conoscere e valorizzare attraverso percorsi sui sentieri di montagna, con la attenzione particolare alla salvaguardia ambientale ed ad un nuovo modo di fare turismo sportivo. È questo il senso del Trail o Trail Running, sport in crescita nel nostro paese e nell’intera Europa dopo il riconoscimento della Iaaf nel 2015 ed il suo affiancamento, anche a livello di Federazione Italiana Atletica Leggera, a quella su pista, strada, la corsa campestre, la marcia, definendo le caratteristiche di questo sport unico, speciale. Ora, per iniziativa dell’ACSD “La Bottega delle Emozioni” di Melfi che organizza l’evento in collaborazione con Uisp Basilicata Sport per Tutti e Comitato Territoriale di Potenza che ha sede proprio a Melfi, ecco che il trail sbarca ufficialmente da noi, per un percorso di 18 km intorno ai Laghi di Monticchio e tra i sentieri del Parco Del Vulture, e un dislivello di 950 mt. Il tutto si svolgerà domenica 8 maggio, partenza ed arrivo presso il Bar Palomba che diventa un po’ la sede dell’evento turistico sportivo di gran pregio, essendo punto che segna l’inizio del giro intorno al lago Piccolo, dove si specchia l’Abbazia di San Michele Arcangelo, che tra l’altro sarà in festa per celebrare l’Arcangelo che sconfisse il Demonio. A dare un aiuto concreto, a livello di collaborazione tecnica, la Correre Pollino, che annovera tra le proprie fila Michele D’Amato, podista melfitano dalla lunga e vincente esperienza in giro per gare, in Italia e all’estero, compreso molte maratone tra cui quella di New York, e sua moglie Lucia Pace, forte esponente di un correre che aiuta a mantenere in forma corpo e spirito. Proprio a loro e alla loro esperienza ci si è affidati per percorso e le iscrizioni online, arrivate in quantità, tanto che non dovrebbero essere meno di 150 i partenti domenica alle 9,00. Soddisfazione espressa proprio da Michele D’Amato, telefonicamente e tra una iscrizione e l’altra, e soprattutto da Mauro Patanella, Presidente de La Bottega delle Emozioni ”per un evento su cui si è lavorato tanto per offrire, nello splendido scenario di Laghi di Monticchio e Parco del Vulture, uno spettacolo agonistico fatto di corsa in montagna e rispetto ambientale, un mix perfetto che, qui da noi, trova terreno fertile e grosse opportunità per il binomio sport e natura, come confermato anche dalla gara di mountain bike della scorsa settimana”. Ed è sempre la Uisp in primo piano in tal senso come confermato dal Presidente Regionale Michele Di Gioia “domenica scorsa la mountain bike, adesso il Vulture Trail; sono attività importanti per Uisp Basilicata per favorire la ripartenza e puntare molto sulla natura splendida di Monticchio e dell’intero Vulture, per offrire eventi sportivi, come pedalate e corse, che diano forza a promozione del territorio e salvaguardia ambientale, il tutto per un turismo sportivo consapevole”. Quella di Monticchio sarà la seconda tappa del Circuito Trial al Sud 2022 Fidal-Uisp, ed oltre ai laghi, alla scalinata che porta alla Badia, ai percorsi dei briganti, nella natura del Vulture, occasione per tutti, partecipanti, accompagnatori, loro familiari, per visite guidate, cultura, libri, turismo, cucina, stare insieme, che sono peculiarità forti di un territorio in rampa di lancio, come quello di Monticchio e della natura del Vulture, anche grazie allo sport ed iniziative come questa