Si è conclusa oggi la tornata elettorale per il rinnovo della RSU/RLS all’interno della BROSE, importante azienda dell’indotto Stellantis di Melfi.
È un rinnovo importante, anche alla luce della difficile situazione industriale aziendale. I lavoratori della BROSE, attraverso il loro voto, hanno riconfermato la UILM come Organizzazione di riferimento che ancora una volta stravince grazie allo straordinario lavoro dello storico delegato, Mauro Caputo, che ancora una volta da solo prende il 50% dei consensi.
Dei 90 voti espressi (su 99 aventi diritto al voto) alla Uilm va il 62% delle preferenze (56 voti) ottenendo 2 RSU e 1 RLS, alla Fim il 28% (25 voti) e alla Fismic il 10% (9 voti).
“Questo risultato dimostra il buon lavoro svolto negli ultimi anni, si legge in una nota diffusa dalla stessa Uilm, attraverso la RSU uscente e da tutto il gruppo dirigente, con il loro impegno quotidiano di serietà e abnegazione in difesa dei diritti dei lavoratori.
Questa vittoria è la vittoria del lavoro, del buon lavoro, di chi si è speso in questi anni per accrescere il valore dei lavoratori attraverso accordi sindacali che hanno permesso, fin dalla sua nascita, il consolidamento della Brose Automotive.
Questo risultato riafferma ancora di più la presenza della UILM all’interno dell’area industriale di San Nicola di Melfi e segue gli ottimi risultati ottenuti dalla UILM alla Yanfeng e alla Mubea.
Faremo ogni cosa per ripagare il consenso dei lavoratori alla nostra Organizzazione e lavoreremo affinché il futuro, anche in relazione ai nuovi investimenti e alla transizione, veda la Brose come una azienda al centro dei progetti futuri.
Noi rimarremo nella nostra umiltà perché questo è l’unico ingrediente affinché il Sindacato possa recitare ancora un ruolo da protagonista nel mondo del lavoro; l’umiltà, la nostra umiltà, insieme al sostegno dei lavoratori hanno consentito questo risultato”.