Nelle giornate di lunedì 23 e martedì 24 maggio si sono svolte le assemblee per approvare l’ipotesi di accordo.
Con il 68% di SI, l’ipotesi di accordo è stata approvata da lavoratori.
Finalmente dopo una trattativa lunga cinque mesi ai lavoratori sarà riconosciuto più salario.
L’accordo, che avrà una durata di tre anni (2022, 2023, 2024) prevede, in primis, 3 nuove assunzioni al fine di garantire una organizzazione del lavoro che permetterà una giusta rotazione di tutti i lavoratori.
Per quanto riguarda gli aspetti salariali si è definito un premio di risultato fino a 3000 euro, più fino a 300 euro di credito aggiuntivo in caso di conversione del PDR; una indennità di termovalorizzazione di 5000 euro annui per i conduttori, 5.500 euro per i capiturno e 770 euro per i centralisti ed impiegati.
Inoltre per l’anno 2021 è stata definita una tantum di 1400 per il personale a ciclo continuo e di 450 euro per i centralisti e gli impiegati; in aggiunta 200 euro di buoni carburante per tutti i lavoratori.
“Riteniamo che finalmente, dopo anni, sottolineano i rappresentanti della Uilm, questo accordo dia il giusto riconoscimento salariale ai lavoratori del sito di Melfi ma soprattutto gli annunciati investimenti del gruppo Edison guardano ad un futuro certo e soprattutto ad una condizione che potrà vedere una crescita occupazionale negli anni ed una stabilizzazione occupazionale che possa accrescere il lavoro e le condizioni economiche di tutti i lavoratori.
Con questo accordo si pongono le basi per costruire tutti insieme un nuovo futuro per i lavoratori di Rendina Ambiente”.